Gli esercizi spirituali si sono appena conclusi e siamo  pieni di euforia. Quest’anno eravamo 58 Amici di Gesù Crocifisso e Padre Lorenzo Baldella e Padre Bruno De Luca che ci hanno guidato; fin dall’inizio ha aleggiato tra noi un profondo spirito di comunione che ha superato ogni aspettativa.
L’argomento trattato era la “Misericordia” nella vita quotidiana di ognuno di noi ed ha riguardato principalmente la Misericordia di Dio, spaziando da Noè e Mosè, fino a Gesù nel nuovo testamento, segno vivo di misericordia e perdono, specialmente per noi laici passionisti che dovremo essere al centro di questa storia di Dio.
Tra le varie meditazioni sviluppate le più coinvolgenti sono state “Eterna è la sua misericordia” e “Misericordiosi come il Padre (il perdono delle offese)”.
Le discussioni all’interno di ogni gruppo hanno messo in luce i vari aspetti del rapporto tra fratelli e la fragilità di ognuno di noi nell’affrontare il perdono e la misericordia verso gli altri.
Infatti all’apparenza sembra facile perdonare, ma nella realtà si innescano diversi fattori che mettono in luce le debolezze della nostra natura umana (fragilità, orgoglio, superbia, egoismo). Fra tutte le note positive emerse, la più sentita è stata l’atmosfera di gioia e comunione che aleggiava fra noi e che ci ha agevolato nelle varie condivisioni, resa anche possibile dalla presenza del “Coro Misericordia”, nato proprio durante i giorni degli esercizi.
Il coro è formato da componenti della fraternità di Morrovalle (Laura, Elia, Emanuela), della fraternità di Bari (Nicola, Giuseppe e Prudenza) e la famiglia Cafà di Mascalucia (Catania) (Rocco , Serenella, Giuliana e Giusy). Con l’aiuto dello Spirito Santo siamo certi che questo coro si consoliderà e avrà una continuità, attraendo anche giovani nel nostro movimento.
Un momento molto commuovente lo abbiamo vissuto il giovedì sera, quando Elia ed Emanuela ci hanno fatto dono, nella basilica antica, di un concerto in memoria di padre Alberto ed è stato un evento che ha coinvolto tutti nel profondo.
A conclusine di tutto, quella che è emersa è stata, più che una semplice sensazione, la certezza della presenza di padre Alberto tra noi, che sicuramente ci ha tenuto per mano tutto il tempo.

Cinzia Mosca
Cipolletti Lauretta
Torresi Elia

28/08/2016 | Tags: | Categoria: Archivio News |

PassionistiPiet.it tendopoli.it sangabriele.org vangelodelgiorno.org
PassioChristi.org Amici di Gesù Crocifisso - Fossacesia madonnadellastella.eu ancilla.it
zenit.org ibreviary.com Configurazione Eugenio Bossilkov santagemma.org
Mamme per sempre - ONLUS Gloria.TV ASEAP campidelli